Il vice Portavoce regionale Enrico Tiero, ed il portavoce comunale Gianluca Di Cocco, hanno inteso esprimere la vicinanza di Fdi al mondo degli anziani

Latina- Fratelli d’Italia con il vice Portavoce regionale Enrico Tiero, ed il portavoce comunale Gianluca Di Cocco, hanno inteso esprimere la vicinanza di Fdi al mondo degli anziani, facendo un tour in alcuni centri anziani di Latina, quello di Borgo Bainsizza presieduto dal sig. Cenci Riccardo e Borgo Grappa dalla. Signora Amalia Alfieri (sicuramente l’intenzione è di andare ad esprime la solidarietà nostra e di Fdi in tutti i centri di aggregazione, anche quelli presenti nei vari comuni della provincia di Latina e del Lazio ) con l’intento di far esporre una bandiera gialla  in segno di protesta contro la proposta provocatoria e misera del capo del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, di escludere gli over sessanta dal diritto di voto.

“Il perché della bandiera gialla?
quando nel passato c’era un’epidemia su una nave, si metteva una bandiera gialla che di fatto escludeva gli appestati da qualunque contatto con la società civile. L’idea di Grillo di discriminare gli anziani, negandogli persino la possibilità di votare, è una grave violazione dei diritti di cittadinanza e rappresenta una mancanza di rispetto verso persone che, dopo una vita dedicata al lavoro, alla famiglia e alla crescita della nostra Nazione, verrebbero tagliate fuori dal processo decisionale, considerati come un peso anziché come una preziosa risorsa.
E’  sconcertante questa logica, allora, bisognerebbe togliere il voto ai disabili, ai malati, alle donne, a tutti quelli che non soddisfano lor signori della piattaforma Rousseau. Neanche il peggior dittatore al mondo, non arriverebbe a ipotizzare una simile turpitudine…E questi signori dei cinquestelle, sarebbero i garanti della democrazia?
Esprimiamo tutta la nostra solidarietà ai presidenti dei centri anziani che hanno voluto, in modo simbolico ma forte, esprimere il più totale dissenso verso la folle idea di Grillo di togliere il voto agli anziani.
Dispiace il silenzio assordante nella nostra regione e nella nostra città sia di Zingaretti che del sindaco Coletta, entrambi incamminatosi per la via di Damasco a braccetto con i cinquestelle e che, per rispetto verso i cittadini, avrebbe dovuto duramente prendere le distanze da una tale proposta indecente”

Potrebbero interessarti anche...